lunedì 22 gennaio 2007

Nuovi video

ATTENZIONE: non dimenticatevi di partecipare alle nostre iniziative: leggete il post sottostante "GRAZIE BEPPE!".

Il Dott. Montanari, direttore scientifico del Laboratorio 'Nanodiagnostics' di Modena, illustra in sintesi le caratteristiche di aggressività del micro e nano particolato (polveri sottili), denunciando il paradosso dei dispositivi di abbattimento termico delle emissioni negli autoveicoli di nuova concezione.
Vai al filmato ('pesa' solo 3 Mb, in streaming)
Ne seguono altri, ugualmente interessanti, disponibili in elenco sul lato destro del filmato. Il video completo della conferenza si trova a questo indirizzo

Il Dottor Montanari sarà a Pavia per una udizione al consiglio comunale martedi 30 gennaio alle ore 10, insieme al suo più grande sostenitore: Beppe Grillo. L'incontro è aperto al pubblico.

Sono state apportate alcune integrazioni ai post precedenti. Attualmente siamo impegnati nella attività assembleari pre-conferenza dei servizi: la pagina più aggiornata sarà quella relativa agli appuntamenti, presente sul sito collegato al Blog. In questi giorni stiamo osservando delle notevoli approssimazioni da parte degli organi di stampa, che talvolta ci attribuiscono affermazioni che non ci appartengono. Basterebbe fare una telefonata o inviarci una mail di chiarimento per chiedere cosa pensiamo di questioni specifiche, prima di riportare notizie inesatte.

mercoledì 17 gennaio 2007

GRAZIE BEPPE !

Un ringraziamento pieno di affetto e di stima al beato Beppe Grillo da Genova, che oggi ha dedicato un post all'autostrada Broni - Pavia - Mortara.
Inviatiamo tutti i lettori, soprattutto quelli nuovi (il contatore del sito ne segnala già moltissimi) ad inviarci una mail all'indirizzo bronimortara@yahoo.it per essere informati sulle novità (mailing list).
Offriteci la Vostra preziosa collaborazione - specialmente i residenti nel Pavese, Oltrepo' e Lomellina, ma anche tutti gli altri - indispensabile in queste settimane concitate che ci separano dalla Conferenza dei Servizi del 7 febbraio. Servono persone che aiutino fattivamente i comitati, per contrastare un'opera che i cittadini non vogliono. Chi desidera collaborare è pregato di farlo ora mentre ci legge, perchè a febbraio sarà troppo tardi. Basta inviare una mail. La popolazione non è stata coinvolta dai propri Sindaci nelle decisioni riguardanti l'autostrada: in diversi casi sono state emanate delibere di giunta, e questo è un dato che non si può accettare.

SI INDÌCANO CONSIGLI COMUNALI APERTI.

Molti sindaci fin'ora si sono rifiutati di farlo.

Le decisioni in un Paese democratico andrebbero prese alla luce del sole e con il consenso dei cittadini. Soprattutto quando ci saranno ripercussioni sulla salute di tutti e verranno spesi soldi pubblici.

Signori Sindaci, siete ancora in tempo per dare la prova di Democrazia che ci aspettiamo da Voi.

Il contributo di un autostrada sulla qualità dell'aria

PIETRO VIGNALI - Assessore Ambiente e Mobilità Comune di Parma

"Noi abbiamo misurato facendo proprio un esame analitico di quant’è il contributo dell’autostrada sull’inquinamento urbano, abbiamo visto che è come un’altra città. Cioè il fatto che Parma è attraversata per 14 km dall’autostrada del Sole è come se noi avessimo un’altra città confinante con la nostra e quindi che produce lo stesso livello di polveri di una città intera, con tutto quello che si muove in una città. Allora non si può pensare che i sindaci vengano messi con le spalle al muro e soprattutto che abbiano loro la responsabilità di risolvere un problema che non compete solo a loro, perchè anche la chiusura delle città non basta, quando poi queste sono attraversate da autostrade in cui passano migliaia e migliaia di macchine e di camion che scaricano tonnellate di polvere."

[n.d.r.: La giunta di Parma ha trovato un'autostrada già realizzata: i comuni e gli amministratori che daranno l'assenso alla tratta Broni-Pavia-Mortara avranno tutta la responsabilità, sicuramente morale e forse anche legale, per i danni che quest'opera arrecherà alla salute degli abitanti. 45.000 vecoli al giorno, riconfermano i fautori del progetto a fine gennaio. Un volume di traffico paragonabile a quello dell'autostrada del Sole: andiamone pure orgogliosi! I sindaci saranno obbligati a bloccare sempre più spesso la circolazione in città, ci si ammalerà e si morirà di smog. Questi dati sono incontestabili, basta leggere gli studi epidemiologici sulla relazione tra inquinamento dell'aria e cause di morte, come il recente MISA-2. Tra l'altro ci domandiamo perchè l'ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente) non è stata ammessa a partecipare alla Conferenza dei Servizi - ma d'altra parte nemmeno le associazioni rappresentative dei cittadini e, fatto incredibile, nemmeno una importante associazione di categoria, quella degli agricoltori. Le interviste a Vittorio Poma (Presidente della Provincia di Pavia) e a Giancarlo Abelli (assessore regionale alla famiglia e alla solidarietà sociale), che sono i grandi promotori del progetto insieme al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, vanno in una direzione assolutamente illusionistica: 'sviluppo e posti di lavoro'. Peccato che non si specifichi mai in cosa consiste questo sviluppo, fumoso nelle dichiarazioni dei politici come uno spot pubblicitario poco efficace; del numero e delle tipologie dei contratti di lavoro che si verrebbero a creare. Il prezzo da pagare invece è ben conosciuto ed è sicuramente irreversibile: per la salute, per il territorio, per le risorse agricole in via di esaurimento, per le enormi opere di cava di terra, per il possibile abbassamento e inquinamento della falda acquifera (una risorsa inestimabile), per il patrimonio naturale e paesaggistico, di cui il Parco del Ticino è soltanto l'esempio più noto.]


"Bisognerebbe fare quello che la Commissione Europea ci aveva detto 10 anni fa, ci aveva dato anche una scadenza: entro il 2003 presentare progetti veri. Per esempio fare cose come fanno a Parma, ma anche Ferrara e in pochissimi altri comuni. Invece solo targhe alterne. Senza una politica di sistema, una strategia complessiva non cambia nulla, aumentano solo i danni alla nostra salute. L’imputato, dice lo studio della Commissione Nazionale Emergenza Inquinamento Atmosferico, è per il 49% il traffico. Il settore dei trasporti quindi da solo pesa per la metà. Quindi bisogna aumentare l’offerta di trasporto pubblico e diminuire quello privato. Invece aumenta quello privato dal 1990 al 2003 più 31,5%." Fonte: Report

Qual'è la conclusione logica? Urge stanziare milioni di Euro per dare alla Lombardia una nuova autostrada, e poi collegarle tanti interporti, in modo da garantire un traffico pesante su gomma che adesso ci manca! mentre le Ferrovie sono allo sbando perchè mancano soldi addirittura per la manutenzione ordinaria.
Qualcuno continua a dimenticarsi del trasporto delle persone e delle merci su rotaia. Ma dopotutto a chi serve un sistema ferroviario puntuale, efficiente e pulito dal punto di vista ambientale? Forse 'solo' a noi cittadini, al nostro benessere, alla qualità della vita. Roba da poco. Gli unici beni che non dobbiamo pagare e che, allo stesso tempo, una volta svenduti e persi non è più possibile acquistare con nessun capitale.

Potenziamento del trasporto pubblico e lotta all'inquinamento: la Regione Lombardia è sempre in prima linea. Quella sbagliata.

MARCO PIURI - Direttore Generale Gruppo FNM – Ferrovie Nord
(IL Gruppo FNM è il principale gruppo integrato nel trasporto e nella mobilità in Lombardia ed il più importante operatore non statale italiano del settore)
"
Un rinnovo significativo delle flotte davvero richiede una fortissima iniezione di risorse pubbliche e oggi, purtroppo, sappiamo quali sono le condizioni della finanza pubblica; l’altro dato è quello di fare scelte di sistema che vadano in questa direzione. La necessità di spostare persone e passeggeri dalla strada al ferro è una delle priorità che ci si deve dare. Spesso vengono fatte affermazioni di questo tipo in varie sedi, poi per una serie di ragioni non ci sono sempre scelte coerenti e conseguenti a queste affermazioni di principio."

Autore: Il principio cioè di favorire il trasporto pubblico a quello privato, perchè le automobili creano congestione, nelle città non c’è più spazio; perchè le automobili inquinano, bisogna abbattere le polveri sottili. E raccontata così la storia, si è sempre tutti d’accordo. Vediamo che cosa succede a Milano.

Formigoni, il presidente della Regione Lombardia, per combattere l’inquinamento, tra l’altro, pensa al road pricing, cioè un bel biglietto d’ingresso in città per le automobili giusto per scoraggiarle, Albertini è d’accordo per farlo a Milano. Quindi sul principio di allontanare le automobili dalla città l’accordo c’è. Ma poi succede che negli spazi della ex Fiera, la zona 8, sorgeranno tre grattacieli: tre torri, alte quasi 300 metri, pensate per 5000 persone più altri spazi per residenze e attività culturali per una capacità di 15000 persone in tutto: un paese praticamente. E come si arriverà in questo paese? E il problema è proprio questo:

Le tre torri vengono costruite in una zona dove i mezzi che ci sono oggi non saranno in grado di trasportare le 15.000 persone. La soluzione proposta è quella di usare i soldi che arrivano dagli oneri di urbanizzazione per incrementare il trasporto pubblico, il comune ha detto che era d’accordo, si doveva fare una nuova linea metropolitana e per ora c’è lo studio di fattibilità. I soldi sono stati utilizzati per fare un tunnel a 4 corsie che porterà li il traffico dalle autostrade. E questo mentre il Ministero per l’ambiente mette in piedi una Commissione Nazionale Emergenza Inquinamento Atmosferico, paga consulenti per dire che la cura è il potenziamento del trasporto pubblico.

Report - Rai 3

martedì 16 gennaio 2007

Conferenza dei servizi rimandata al 7 febbraio: è ora di dare il meglio di noi !

Visto il numero crescente dei lettori di questo Blog, che in due giorni è RADDOPPIATO, ci sentiamo in dovere di migliorare la navigabilità del sito e di arricchirlo di contenuti sempre nuovi. Con la preghiera di passare la voce e di vedere questo numero crescere in maniera esponenziale. Invitiamo i nostri gentili lettori ad armarsi di buona volontà e a visitare anche i 'post più vecchi' con i relativi commenti, presenti nelle altre pagine (collegamento a fondo pagina) e di accedere alla 'rassegna stampa' (collegamento qui a lato), dove in giornata aggiungeremo i documenti che riassumono la posizione di Legambiente sull'autostrada: le stesse che i Suoi rappresentanti hanno cercato di illustrare ieri in udizione pubblica agli enti e ai sindaci, in occasione della Conferenza dei servizi. C'è tempo fino al 7 FEBBRAIO per cambiare le cose: diamoci da fare fino allo stremo dell'impegno e delle forze, raccogliendo le nostre idee migliori ma soprattutto, rimanendo realisticamente OTTIMISTI.

domenica 14 gennaio 2007

IMPORTANTE: SMS ALLA PROVINCIA

IL SONDAGGIO E' STATO CHIUSO: VINCONO I NO CON L' 86% DELLE PREFERENZE. NATURALMENTE NON NE SIAMO STUPITI!

Il quotidiano 'La Provincia Pavese' ha lanciato un sondaggio per conoscere quanti lettori sono favorevoli o contrari all'autostrada.


Inviate un SMS al numero 48442 con scritto:
VOTO PV 2

Se volete lasciare un commento invece:

48442 con scritto: FORUM PV e il Vostro commento


OGNI PAROLA SEGUITA DA UNO SPAZIO

La Redazione pubblicherà gli interventi più significativi.

FACCIAMO SENTIRE FORTE LA NOSTRA VOCE !!!

sabato 13 gennaio 2007

CHI VOTERA' L'AUTOSTRADA ?

Nelle prossime settimane pubblicheremo i nomi, ed altre informazioni, dei responsabili degli Enti che voteranno a favore dell'autostrada, dimostrando così di essere ciechi e sordi di fronte alle istanze del Ministero dell'Ambiente, delle Associazioni rappresentative dei cittadini (Legambiente, WWF, Italia Nostra, ecc.), dei numerosi Comitati e di alcuni Sindaci e consiglieri provinciali sensibili alle nostre richieste, per TENERE APERTA LA CONFERENZA DEI SERVIZI.

Durante il Consiglio Provinciale, il Presidente Dott. Vittorio Poma ha ricordato che l'autostrada si deve fare perchè era prevista nel programma elettorale. E' una affermazione di coerenza di fronte agli elettori, ma noi gli domadiamo:

Se non teme un parere contrario dei cittadini che lo hanno votato, perchè non aspettare che si chiariscano i punti ancora poco noti del progetto,
dimostrando in questo modo uno spirito democratico che gli farebbe onore? Questa è una proposta che riaffermiamo in questa sede.

________________________________

E' del 18 dicembre 2006 la lettera del MINISTERO DELL'AMBIENTE a Regione Lombardia, Regione Piemonte, Ministero delle Infrastrutture, ANAS e Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici, per invitare alla sospensione del progetto dell'autostrada in quanto sarebbe in palese contrasto con le normative regionali e della Comunità europea.

giovedì 11 gennaio 2007

UN RINGRAZIAMENTO AI NOSTRI LETTORI !

Il contatore delle visite installato sul sito da poche ore ci dice che SIETE IN TANTI A LEGGERE LE NOSTRE PAGINE, al di sopra delle aspettative. GRAZIE DI CUORE. Questa Sera abbiamo assistito al Consiglio Provinciale tra i Sindaci e gli Enti della provincia di Pavia. Purtroppo un sostengno silenzioso non basta: FATE PRESSIONE SUI VOSTRI SINDACI, quelli decisamente favorevoli alla autostrada, PER TENERE APERTA LA CONFERENZA DEI SERVIZI che, come sapete, si terrà TRA POCHI GIORNI, LUNEDI 15 GENNAIO. Chiedete loro di approfondire i temi del piano finanziario, dell'impatto ambientale e idrogeologico e di esprimere il loro parere soltanto quando conosceranno tutti gli aspetti della questione. Va benissimo la mail che proponiamo di mandare loro, ma bisogna anche ANDARE A PARLARGLI DI PERSONA, far sentire la Vostra voce. ADESSO, PERCHE' DOPO SARA' TROPPO TARDI. Intanto speriamo che prevalgano le ragioni della riflessione, non quelle delle decisioni affrettate. COMPRATE I QUOTIDIANI IN QUESTI GIORNI. Anche Noi Vi terremo aggiornati e pubblicheremo UN ELENCO DEGLI AMMINISTRATORI CHE SONO FAVOREVOLI ALL'AUTOSTRADA: SENZA COMMENTI. E' VOSTRO DIRITTO SAPERE A CHI DOVETE DIRE GRAZIE, SIA CHE VOGLIATE L'AUTOSTRADA SIA CHE SIATE CONTRARI. UN SALUTO.

martedì 9 gennaio 2007

IMPORTANTISSIMO !!! SCRIVI AI SINDACI !!!

(Questa iniziativa si è conclusa con la c.d.s. del 7 febbraio)

SCRIVI AI SINDACI CHE PARTECIPERANNO ALLA CONFERENZA DEI SERVIZI.
NON ASPETTARE, FALLO ADESSO, E' TROPPO IMPORTANTE! LA MAIL E' GIA' PRONTA: FAI CLIC DESTRO SU
QUESTO COLLEGAMENTO E SELEZIONA "SALVA OGGETTO CON NOME" O "SALVA DESTINAZIONE COME". UNA VOLTA APERTA LA MAIL, SELEZIONA "RISPONDI A TUTTI".

COMPLETA IL MESSAGGIO A FONDO E-MAIL CON NOME, COGNOME E INDIRIZZO. GRAZIE !

PM 10 : PER 5 GIORNI DI SEGUITO RILEVATI VALORI MOLTO SUPERIORI A QUELLI DI LEGGE (50 mcg/m3)

NOTIZIA DI OGGI: I TELEGIORNALI ANNUNCIANO L'IMMINENTE BLOCCO DEL TRAFFICO

DATI ALLARMANTI? NON PERDETEVI D'ANIMO: CON GLI INTERPORTI E L'AUTOSTRADA RAGGIUNGEREMO PRESTO I LIVELLI DI MILANO E DI CODOGNO, CHE CI SUPERANO - E' IL CASO DI DIRLO - DI UN SOFFIO.


Concentrazioni (µg/m3) 101 - 150,
livello MOLTO ALTO

Concentrazioni (µg/m3) oltre 151,
livello ECCEZIONALE (stime ARPA)


Per ogni 10 microgrammi al metro cubo di Pm 2,5,
che è una frazione importante del Pm10, il rischio
di tumore polmonare aumenta del 14% (il giorno
08/01 si attestava intorno ai 90 mcg/m3)

E’ importante notare che non esiste una “dose soglia”, cioè un livello di PM10 al di sotto del quale si possano escludere danni biologici, e che l’entità degli effetti sulle popolazioni esposte aumenta in modo proporzionale all’aumentare della concentrazione di PM10 nell’aria.