mercoledì 17 gennaio 2007

Potenziamento del trasporto pubblico e lotta all'inquinamento: la Regione Lombardia è sempre in prima linea. Quella sbagliata.

MARCO PIURI - Direttore Generale Gruppo FNM – Ferrovie Nord
(IL Gruppo FNM è il principale gruppo integrato nel trasporto e nella mobilità in Lombardia ed il più importante operatore non statale italiano del settore)
"
Un rinnovo significativo delle flotte davvero richiede una fortissima iniezione di risorse pubbliche e oggi, purtroppo, sappiamo quali sono le condizioni della finanza pubblica; l’altro dato è quello di fare scelte di sistema che vadano in questa direzione. La necessità di spostare persone e passeggeri dalla strada al ferro è una delle priorità che ci si deve dare. Spesso vengono fatte affermazioni di questo tipo in varie sedi, poi per una serie di ragioni non ci sono sempre scelte coerenti e conseguenti a queste affermazioni di principio."

Autore: Il principio cioè di favorire il trasporto pubblico a quello privato, perchè le automobili creano congestione, nelle città non c’è più spazio; perchè le automobili inquinano, bisogna abbattere le polveri sottili. E raccontata così la storia, si è sempre tutti d’accordo. Vediamo che cosa succede a Milano.

Formigoni, il presidente della Regione Lombardia, per combattere l’inquinamento, tra l’altro, pensa al road pricing, cioè un bel biglietto d’ingresso in città per le automobili giusto per scoraggiarle, Albertini è d’accordo per farlo a Milano. Quindi sul principio di allontanare le automobili dalla città l’accordo c’è. Ma poi succede che negli spazi della ex Fiera, la zona 8, sorgeranno tre grattacieli: tre torri, alte quasi 300 metri, pensate per 5000 persone più altri spazi per residenze e attività culturali per una capacità di 15000 persone in tutto: un paese praticamente. E come si arriverà in questo paese? E il problema è proprio questo:

Le tre torri vengono costruite in una zona dove i mezzi che ci sono oggi non saranno in grado di trasportare le 15.000 persone. La soluzione proposta è quella di usare i soldi che arrivano dagli oneri di urbanizzazione per incrementare il trasporto pubblico, il comune ha detto che era d’accordo, si doveva fare una nuova linea metropolitana e per ora c’è lo studio di fattibilità. I soldi sono stati utilizzati per fare un tunnel a 4 corsie che porterà li il traffico dalle autostrade. E questo mentre il Ministero per l’ambiente mette in piedi una Commissione Nazionale Emergenza Inquinamento Atmosferico, paga consulenti per dire che la cura è il potenziamento del trasporto pubblico.

Report - Rai 3

3 commenti:

fabrizio ha detto...

sono assolutamente d'accordo con la vostra battaglia, non mollate. come voi, anche noi in val di susa stiamo continuando a lottare contro la tav.forza!vi segnalo http://mercuriomobile.blogspot.com

Motore di Schietti ha detto...

IMPADRONIAMOCI DEI MEZZI DI PRODUZIONE
COMINCIAMO CON ACQUA ED ENERGIA

500 Serpentine al Popolo Saharawi


Spiegazioni su come autocostruirsi la Serpentina:

il prodotto finito deve essere simile ad un normale elettrodomestico però con il pannello di controllo di una macchina col condizionatore d'aria e le varie regolazioni:

Chi consegnerà al Popolo Saharawi i primi 500 esemplari, quando avremo acqua ed enerrgia gratis per tutti, avrà un premio pari a 100 volte l'investimento.


La Serpentina da 25 litri con kit igienizzante e vasca di raccolta da 100 litri con sassolini a rilascio di sali minerali con, attenzione, minifrigo per la conservazione degli alimenti, più scaldavivande azionati dalle CELLE DI PELTIER , avrebbe un costo di circa 500 euro.

Le celle di peltier non producono gas pericolosi.

Con 500 euro si avrebbe 25 litri di acqua al giorno, frigorifero e scaldavivande.

Credo che abbiano fatto la vasca da 100 litri in modo che l'acqua rimanga a riposare alcuni giorni e si sciolgano i sali minerali, però forse anche perchè sperano di aumentare la resa nel caso si possa disporre di un'alimentazione maggiore e quindi raggiungere i 50-100 litri al giorno.

Aumentando la potenza del Motoooore di Scccchietttti di circa altri 200-300 wh la serpentina funzionerebbe anche da riscaldamento domestico, boiler e lavatrice e lavapiatti con l'ozonizzatore che funziona senza detersivi e perciò con l'acqua di scarto che può essere utilizzata per bagnare l'orto.

In un prodotto solo tutti gli elettodomestici essenziali.

Simone ha detto...

OT: http://www.beppegrillo.it/2007/01/lomellina_dasfa.html

Forse non servirà a nulla, ma con la segnalazione il problema avrà più visibilità.

Grazie a tutte le persone che si impegnano contro questo progetto.