domenica 20 gennaio 2008

Outlet e territorio in svendita: incontro con Aldo Cazzullo



Viaggio nel Paese in svendita

venerdì 25 gennaio 2008

ore 21.00
Collegio Ghislieri - Pavia

Dibattito a partire dal libro di Aldo Cazzullo
Outlet Italia
(Mondadori)

Ne discute con l’autore:
Giulio Tremonti
Università di Pavia

Introduce:
Alessandro Confetti
Legambiente e Comitati contro la Broni-Pavia-Mortara

Presiede:
Maria Antonietta Confalonieri
Università di Pavia

Organizzato dal Coordinamento dei comitati e delle associazioni contro l'autostrada Broni Pavia Mortara

2 commenti:

Nicola ha detto...

ESOCONTO :

Outlet Italia, dibattito sul paese in svendita

Si è svolta il 25 gennaio, presso il Collegio Ghislieri, la presentazione del libro di Aldo Cazzullo Outlet Italia (Mondadori). La serata, organizzata dal Coordinamento dei Comitati e delle Associazioni contro l’autostrada Broni-Pavia-Mortara, ha visto la partecipazione, oltre che dell’autore, di Maria Antonietta Confalonieri, Alessandro Confetti e Giulio Tremonti, ed è stata l’occasione per riflettere sui cambiamenti economici, sociali, territoriali e culturali dell’Italia, cambiamenti di cui l’Outlet costuisce oggi la metafora.
“Le piazze sono vuote, ma gli outlet sono pieni. Gli outlet hanno sostituito i luoghi tradizionali dove si esprimeva la socialità e la vita pubblica”, ha ricordato Cazzullo. “Gli outlet esprimono quell’esigenza di comodità propria della società moderna: tutto disponibile, subito, e poco importa che per arrivare agli outlet si debba stare in coda un’ora. Anzi, proprio per questo si chiedono nuovi outlet e nuove strade per arrivarci”, gli ha fatto eco Confetti. “Parlare di outlet oggi significa pensare anche a quale mondo sociale vogliamo nel nostro futuro”, ha aggiunto la Confalonieri.
Ha chiuso la serata, con una densa relazione, Tremonti, che ha espresso forti critiche all’ideologia mercatista, secondo cui i mercati sono la panacea di tutti i mali, e sottolineato come le dinamiche della globalizzazione rendano sempre più deboli i governi e indifferibile la messa in questione dei costi finanziari e ambientali che esse comportano.

Coordinamento dei Comitati ed Associazioni contro l'Autostrada Broni-Pavia-Mortara.

gianluca ha detto...

Credo che finche ogni comune potrà decidere liberamente di come gestire il proprio territorio, passiamo dimenticarci ce un area dismessa possa diventare un parco...Bisogna cambiare le leggi, il governo del territorio deve essere inteso nella sua globalità, non solo nei confini comunali.